Villa Carolina

Villa Carolina è una villa storica del 1693 situata su un piccolo promontorio subito fuori dal centro città in via S.Marco. Nacque come ritiro estivo dei padri Filippini che all’arrivo della bella stagione recitavano le loro preghiere immersi nel verde in una piccola chiesetta attigua, consacrata nel 1719.

I Filippini, erano sacerdoti della congregazione dell’Oratorio fondata da S. Filippo Neri e approvata da Gregorio XIII nel 1575. I suoi membri, pur vivendo la vita religiosa in comune, non erano costretti al voto; conservavano il loro patrimonio e potevano lasciare la vita di comunità qualora risultassero ad essa poco adatti. Le diverse case della congregazione erano indipendenti fra loro. Scopo della congregazione era l’assistenza religiosa al popolo e l’educazione della gioventù

La villa con l’annesso oratorio fu confiscata dai Francesi nel 1798 e venduta ad un certo Antonio Massini che successivamente la rivendette alla Marchesa Lodovica Benedetti di Senigallia moglie del marchese Giuseppe Almerici di Cesena. La somma pagata fu molto ingente vi andarono uniti anche tre fondi rustici di grandi dimensioni, uno dei quali dice la cronaca fosse lasciato ai padri Filippini da una signora veneziana detta la Nobilazza convertita al cristianesimo poco prima della sua morte.

La villa sempre di proprietà del casato degli Almerici nel 1860 assunse il nome “Villa Carolina” in onore di Carolina Verzaglia moglie del Marchese Giovanni Almerici.

Una targa commemorativa sul fianco destro della villa ricorda il soggiorno del Re d’Italia Umberto I in occasione delle grandi manovre militari in Romagna avvenute nell’agosto del 1888

Recentemente è stata acquistata dall’imprenditore cesenate Edo Lelli con annessi tutti i suoi vigneti. La nipote Lucrezia ha avviato un interessante progetto di produzione vinicola che prevede il restauro di “Villa Carolina” per vederla risplendere della stessa luce di un tempo, renderla il fulcro della cantina e offrirla alla comunità romagnola, in tutto il suo splendore, organizzando eventi vinicoli, gastronomici e culturali.

Fotografie di Augusto Casalboni e Roberto Gori

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.